L’alcol aumenta il rischio di cancro

Secondo una recente ricerca, bere alcol produce una sostanza chimica che può provocare danni permanenti al Dna delle cellule staminali, aumentando il rischio di cancro. Questa scoperta ha permesso di comprendere come l’alcol aumenti il rischio di ammalarsi di sette tipi di cancro, tra cui quello all’intestino e al seno, e come il corpo cerchi di difendersi dai danni di questa sostanza.

Un team di scienziati britannici ha utilizzato l’analisi cromosomica e il sequenziamento del Dna sui topi per esaminare il danno causato dall’acetaldeide, una sostanza prodotta dall’organismo quando viene bevuto alcol.
Ketan Patel, professore di biologia molecolare presso il laboratorio del Medical Research Council e coautore dello studio ha dichiarato che «alcuni tumori si sviluppano a causa del danno al Dna nelle cellule staminali. Sebbene alcuni casi si verifichino per caso, i nostri risultati suggeriscono che bere alcolici possa aumentare il rischio di questo danno».

Nello studio, pubblicato su Nature, è stato somministrato ai topi dell’alcol diluito per poi analizzarne l’effetto sul Dna. Si è scoperto che l’aceltaldeide può rompere e danneggiare il Dna all’interno delle cellule staminali del sangue, alterando permanentemente le sequenze del Dna dentro queste cellule. Una cosa importante secondo Patel, poiché quando le cellule sane vengono danneggiate, possono diventare cancerose.

I ricercatori hanno anche osservato che il corpo, per proteggersi dai danni causati dall’alcol, utilizza un gruppo di enzimi chiamati aldeide deidrogenasi, che trasformano l’acetaldeide in acetato, un composto utilizzabile dalle cellule per ricavare energia. Nei topi sprovvisti di questo enzima, il danno subito dal Dna era quattro volte superiore.

La seconda linea di difesa è costituita da una serie di sistemi di riparazione del Dna che nella maggior parte dei casi consentono di correggere e invertire i danni. Ma in alcuni casi, e anche in alcune persone provenienti dal Sudest asiatico, i sistemi di riparazione non funzionano. «È importante ricordare che l’alcol e i sistemi di riparazione del Dna non sono perfetti e che l’alcol può comunque causare il cancro in diversi modi, anche in quelle persone con i meccanismi di difesi intatti», ha concluso Patel.

Da tempo, l’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro dell’Organizzazione mondiale della sanità classifica l’alcol come sostanza cancerogena del gruppo uno e cita «prove convincenti» a sostegno.
Inoltre, uno studio del 2011 ha calcolato che in Gran Bretagna l’alcol è responsabile del quattro per cento di tutti i tumori, pari a 12.800 casi all’anno.

 

Articolo in inglese: ‘How Alcohol Damages Stem Cell DNA and Increases Cancer Risk

Traduzione di Massimiliano Russano

 
Articoli correlati