Shen Yun «da Oscar»

Shen Yun «da Oscar»

Marius Iacob/Epoch Times

2018/04/20

Firenze, Teatro Verdi, giovedì 19 aprile 2018 – Nuovo grande successo per la compagnia di Shen Yun Performing Arts. Questi i diversi commenti di alcuni spettatori di eccezione.

MARCO FALAGIANI
Musicista e compositore vincitore del Golden Globe: ha composto – insieme a Giancarlo Bigazzi – la colonna sonora di Mediterraneo di Gabriele Salvatores, film premio Oscar nel 1992).
VALENTINA GALASSO
Musicista. Moglie del maestro Falagiani.

Quali sono le vostre impressioni di questo spettacolo?
(M.F.) Bellissimo ed emozionante. Mi ha molto colpito. Anche la spiritualità che trasmette.
(V.G.) È straordinario anche nei colori. Credo rispecchi anche il sentimento del Paese, mi ha colpito moltissimo. Oltre alla perfezione musicale indiscussa.

Qual è la vostra opinione sulla musica?
(M.F.) Bellissima. Poi ho amato molto il sincronismo tra la musica e le scene…
(V.G.) Anche col video, il sincronismo con le scene…
(M.F.) Molto bella. Il maestro è molto bravo!

Cosa ne pensate dell’erhu a due corde?
(M.F.) Bellissimo. Penso sia un antenato degli strumenti ad arco che ci sono oggi
(V.G.) Non l’avevo mai visto.
(M.F.) Io ho fatto la colonna sonora di un film italiano che ha vinto l’Oscar in America [‘Mediterraneo’ di Gabriele Salvatores, ndr]. Lì si usavano strumenti antichi dell’area mediterranea, e c’era uno strumento che si chiamava Rebab, che è molto simile a quello strumento a due corde.

La musica di Shen Yun sarebbe meritevole di una nomination all’Oscar?
(Entrambi) Certo che sì!

Valentina Galasso e Marco Falagiani

 

MARIO LUCA GIUSTI
Industriale nel settore dell’arredo di design di alta gamma.

Quali sono le sue impressioni a proposito di questo spettacolo?
È molto interessante, molto colorato e molto diverso dagli spettacoli occidentali. È  molto interessante vedere ballare con questa “sincronizzazione” tutti i protagonisti [delle storie rappresentate, ndr] e l’insieme dei colori, della musica e dello spirito che contraddistingue tutta la compagnia

A proposito della musica…
È  molto interessante e molto bella, [l’idea della, ndr] musica classica insieme alla musica cinese.

Diversi spettatori hanno avvertito una sorta di “campo di energia”…
Sì, sì… si sente molto forte questa energia comune di tutti i ballerini, che insieme creano lo spettacolo. E loro stessi sono energia: tante ‘piccole energie’ che ne fanno una sola grande.

Mario Luca Giusti e Maria Teresa Ricasoli

 

 

Tags: