Usa, la Camera approva legge per rendere Washington DC uno Stato | Facts Matter

La Camera dei Rappresentanti ha approvato il 22 aprile una legge che renderebbe Washington DC il 51° stato, rimane da vedere se la legge verrà approvata anche dal Senato.

Questo e altro nell’ultimo servizio di Facts Matters Italia.

Con 216 voti a favore e 208 contrari, la Camera ha approvato la legislazione, che darebbe al distretto di Washington due senatori, un membro votante della Camera e un governatore, se venisse approvata anche dal Senato e firmata dal presidente Joe Biden.

Tutti i democratici hanno appoggiato la legge, mentre tutti i repubblicani hanno votato contro.

La presidente della Camera Nancy Pelosi (D-Calif.) ha dichiarato prima del voto che la Camera era pronta a “raddrizzare un’ingiustizia storica approvando la legislazione per concedere finalmente a Washington D.C. la statualità”.

“I residenti di Washington hanno lottato per il diritto di voto e l’autonomia per 220 anni, con l’86% che ha recentemente votato per l’indipendenza dello Stato. Ed è ben arrivato il momento di concedere loro i diritti per cui hanno lottato e che meritano”, ha aggiunto la Pelosi.

La H.R. 51, chiamata così per sottolineare che il Distretto di Columbia diventerebbe il 51° Stato della nazione, è stata introdotta dalla deputata Eleanor Norton Holmes, una democratica.

“Questo Paese è stato fondato sui principi di nessuna tassazione senza rappresentanza e sul consenso dei governati. Ma i residenti di Washington sono tassati senza rappresentanza e non possono acconsentire alle leggi sotto le quali essi, come cittadini americani, devono vivere”, ha dichiarato la Holmes ai colleghi di Washington.

Dal canto loro, i repubblicani hanno dichiarato che concedere la statualità a Washington va contro la Costituzione.

“Ogni dipartimento di giustizia dal presidente Kennedy al presidente Obama è stato convinto che è necessario un emendamento costituzionale per concedere la statualità al distretto”, ha dichiarato il rappresentante James Comer (R-Ky.) al Parlamento.

In effetti, uno studio (pdf) del Dipartimento di Giustizia del 1987 aveva stabilito che “sarebbe necessario un emendamento alla Costituzione prima che il Distretto di Columbia possa essere ammesso nell’Unione come Stato”.

 

Articolo in inglese: House Approves Legislation That Would Make DC a State

 
Articoli correlati