Cina, nuovo lockdown nello Yunnan | Lavori forzati nelle carceri | Giudice di Hong Kong si dimette

Di Ntd Italia

La regione cinese Yunnan, con una popolazione di 46 milioni di abitanti, entra nello “stato di guerra” a causa dell’epidemia del virus del Pcc. Tuttavia, le autorità segnalano solo una dozzina di casi.

Il regime cinese definisce tutto ciò che mette in cattiva luce la sua reputazione come dotato di “energia negativa”. Pertanto, è raro che le autorità permettano ai media di informare su eventi negativi, come la corsa alle banche.

In Cina, molti direttori generali di azienda dirigono anche la prigione locale. Indagine sulle aziende carcerarie cinesi.

I professionisti di Hong Kong sembrano perdere fiducia nel sistema legale della città. Un giudice straniero in servizio presso l’Alta Corte di Hong Kong si è appena dimesso.

Mentre Pechino è impegnata a riprendere il controllo della regione,i Paesi occidentali esprimono sempre più sostegno alla democratica Hong Kong. Recentemente, sia gli Stati Uniti che la Gran Bretagna hanno intrapreso nuove azioni, esprimendo chiaramente sfiducia nei confronti del regime cinese.

 
Articoli correlati