Artista marziale vede un collegamento con la danza di Shen Yun

Artista marziale vede un collegamento con la danza di Shen Yun

John Leroux assiste allo spettacolo finale di Shen Yun presso il National Arts Centre di Ottawa assieme alla moglie Nathalie e alla figlia Akira, il 4 gennaio 2015. (Grace Dai/Epoch Times)

2015/01/21

OTTAWA, Canada – John Leroux ama la cultura cinese, dato che l’ha vista durante il suo periodo universitario alla British Columbia e nel suo lavoro come istruttore di arti marziali. Il 4 gennaio, insieme a sua moglie Nathalie e sua figlia Akira, hanno assistito all’ultimo spettacolo di Shen Yun Performing Arts al National Arts Centre di Ottawa e sono rimasti profondamente impressionati.

Il signor Leroux è il proprietario del World KarateFIT Centre che si trova nella parte meridionale nel centro di Ottawa. La sua scuola è aperta da 15 anni e pratica arti marziali da 35 anni. Il signor Leroux insegna arti marziali ai bambini. Ha visto una connessione tra la danza classica cinese in Shen Yun e le arti marziali.

«È di grande ispirazione ciò che ho visto: si vede un po’ di grazia, di flessibilità e di forza», ha aggiunto il signor Leroux.

«L’abilità, l’equilibrio, la flessibilità – ha continuato – Quando ero giovane mi allenavo nel wushu, perciò noti molte tecniche: i salti, i calci e la flessibilità, i calci a farfalla. … Cose come queste sono fantastiche».

I due presentatori di Shen Yun hanno spiegato che questa antica forma d’arte, ovvero la danza classica cinese, coinvolge un gran numero di abilità tecniche, quali salti mortali e rotazioni. Condivide un antenato comune con le arti marziali, ma è una cosa separata.

Il termine cinese per marziale è ‘wu’ come nel ‘wushu’, mentre il termine cinese per danza è sempre ‘wu’ come in ‘wudao’. Il sito web di Shen Yun spiega che la stessa tecnica se utilizzata per combattere è arte marziale, ma se utilizzata per lo spettacolo è danza cinese.

«La danza è stupenda, i movimenti sono incredibili – ha affermato il signor Leroux- La coreografia è fantastica».

Lo scopo di Shen Yun è di far rivivere la cultura cinese – quella antica di centinaia di anni. La grandezza di quella cultura ha impressionato il signor Leroux.

«Quando in Canada pensi a un edificio di un centinaio di anni, sembra vecchio. Ma vai in Cina e ha duemila anni. È semplicemente fantastico», ha affermato.

Lo spettacolo Shen Yun ha anche toccato la realtà attuale in Cina dei praticanti della disciplina tradizionale di meditazione della Falun Dafa (conosciuta anche come Falun Gong), che affonda le sue radici nell’antica cultura cinese. Il signor Leroux pensa che quella parte sia stata molto interessante.

I praticanti di Falun Gong sono perseguitati per le loro credenze dal regime comunista e Shen Yun fa luce su questo aspetto, conducendo il pubblico in un viaggio attraverso cinquemila anni di cultura tradizionale cinese.

Così come la danza classica cinese, Shen Yun presenta le danze popolari ed etniche che rendono omaggio a molte regioni ed diverse etnie del Regno di Mezzo. Ci sono anche le danze del Tibet e della Mongolia.

«Lo adoro. È stato fantastico – ha affermato il signor Leroux – Racchiude un po’ di tutto e per questo è stato straordinario per Akira. E si è davvero divertita. Ama la danza, le piace la grazia delle braccia, la forza nei salti. Sono molto bravi, molto bravi».

«Mi piace tutto lo spettacolo. È molto divertente!», ha affermato Akira.

Shen Yun Performing Arts, con sede a New York, è formata da quattro compagnie che portano in scena lo spettacolo in tutto il mondo. Per ulteriori informazioni visita il sito: it.ShenYun.com

Epoch Times considera Shen Yun Performing Arts l’evento culturale più significativo del nostro tempo. La tappa italiana del tour 2015 di Shen Yun sarà a Milano il 20,21,22 marzo. Clicca qui per maggiori informazioni.